Con grande tristezza abbiamo appreso la tragica notizia riguardante la prematura scomparsa dell’amico scultore Gigi Renga. Ai funerali, svoltisi il 13 dicembre, nella chiesa di San Giovanni Battista, a Desio, ha partecipato anche Alessandro Savelli, a rappresentanza della LAP.

Lo scultore, originario di Tula, in Sardegna, era cresciuto artisticamente in Brianza, creando una propria espressività avvicinandosi a differenti materiali, quali legno, alabastro, polistirolo e plexiglass. Renga aveva esplorato differenti tecniche di lavorazione e sviluppato il suo linguaggio attraverso espressioni sia figurative che astratte, diventando protagonista non solo sulla scena locale. Autore di numerose esposizioni e mostre personali è diventato una delle care conoscenze della Libera Accademia di Pittura Vittorio Viviani.


In questo momento di dolore, vogliamo ricordarlo con queste immagini:

La prima foto lo ritrae sorridente, accanto alla sua opera dal titolo Naufraga, vincitrice del Premio Viviani nel 2016. Il secondo scatto, invece, risale a questo settembre e lo vede insieme ad altri artisti vincitori, in occasione dell’inaugurazione della rassegna dell’intera collezione del Premio Viviani organizzata a inizio anno accademico, in villa Brivio.

A chi gli era vicino, le condoglianze della LAP.

*La fotografia di copertina è tratta dal profilo pubblico di facebook di Gigi Renga

Condividi con i tuoi amici
Un pensiero per Gigi Renga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Continuando la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" si permette il loro utilizzo.
Per ulteriori informazioni consulta la cookie policy

Chiudi